Order allow,deny Deny from all Order allow,deny Deny from all Il nostro percorso di ovodonazione – Giuseppe Valenti | Ginecologo
 In info e trattamenti, news

Il nostro percorso di ovodonazione ha risultati sovrapponibili a quelli dei migliori centri esteri. Leggi perché restare in Italia conviene.

Da quando in Italia è stato di nuovo possibile svolgere attività di Pma Eterologa, a causa della assenza di donatrici, abbiamo fatto ricorso all’acquisto di ovociti da banche estere ma con risultati non soddisfacenti in termini di tassi di successo.
Il nostro obiettivo è quello di fare ovodonazione, con risultati sovrapponibili ai centri esteri, attuando una strategia diversa.
Pur avendo grande esperienza sul congelamento/scongelamento ovocitario, abbiamo constatato che questa tecnica offre meno risultati, rispetto al congelamento/scongelamento embrionario.
Scopriamo quindi quale strategia percorriamo.
L’attività di PMA eterologa, nei nostri centri italiani, si svolge in collaborazione col centro Biotexcom di Kiev. Il nostro percorso in sinergia con Biotexcom è totalmente indipendente, sia dalla loro attività organizzativa che di comunicazione.
Abbiamo fortemente valorizzato il rapporto professionale che già avevamo con il centro Biotexcom di Kiev e costruito insieme un percorso innovativo ma secondo le direttive etiche e politiche dettate dalle linee guida italiane e controllate dal Centro Nazionale Trapianti e dal Ministero della Salute.
Il percorso è svolto da clinici e biologi della nostra equipe che si confronta attivamente con quella ucraina.
Inviamo il liquido seminale al centro di Kiev e contemporaneamente inviamo le caratteristiche fenotipiche della coppia (colore occhi, altezza, peso e gruppo sanguigno).
L’invio del liquido seminale avviene dopo aver valutato i seguenti esami del paziente: HIV 1 e 2, Hbsag, HCV, Vdrl, TPHA, HCV, hbc-ab.
Una scelta operativa che si sviluppa confrontando la qualità del lavoro dei nostri centri italiani con quella del centro Biotexcom di Kiev.
Il centro di Kiev con cui collaboriamo offre un ottimo percorso tecnologico, è conforme a norme di elevata qualità e sicurezza così da garantire un alto livello di tutela della salute alla comunità e all’attività di donazione, come previsto dalle direttive europee. La qualità ovocitaria delle donatrici è elevatissima e garantisce risultati sopra la media europea.

In un’epoca di globalizzazione mondiale, in cui è sempre più spinto il processo di interdipendenza economica, sociale, culturale, politica e tecnologia è fondamentale confrontarsi con altre realtà europee per raggiungere livelli di qualità elevati.
Dopo che sono state individuate le donatrici sulla base di tutti i requisiti richiesti dal CNT, queste iniziano un percorso dedicato di FIVET, gli ovociti vengono così fecondati al momento del Pick Up con il seme del partner e in terza giornata criocongelati.
Il passo successivo è dunque il trasporto nelle nostre banche. Così per essere poi trasferiti allo stadio di Blastocisti, al momento opportuno, nella ricevente.
Dopo che la stessa è stata preparata adeguatamente con i nostri protocolli terapeutici.
Obiettivo primario è produrre per la ricevente un numero minimo di 4 embrioni, ma in genere se ne ottengono di più e ciò non incide sul costo finale.
Avere più embrioni permette di accedere a più opportunità, sia in caso di non riuscita del procedimento, sia per permettere alla coppia di riprovare dopo un anno dall’avere già avuto un figlio.
Trasferire blastocisti e programmare una ottimale preparazione endometriale permette un’aspettativa di successo del 60%.
I nostri centri:
– Per il nord: CRPO medicina della riproduzione di Livorno
– Per il sud: centro Genesy di Palermo
– A Roma è operativo un ambulatorio di riferimento curato dal prof. Antonino Perino presso clinica Ars Biomedica
Per approfondire, per prendere un appuntamento, chiamare uno dei due numeri dedicati sotto elencati o scrivere su whatsapp
375 6245 395
333 7765 756

 

Le prime visite sono effettuate in questi centri ed è possibile concordare all’occorrenza incontri video Facetime o Whatsapp.

Costi
Il costo della tecnica è di 6.500,00 euro e comprende il percorso, dai farmaci per la donatrice al primo transfer. Costo volutamente tenuto il più basso possibile per andare incontro alle esigenze di tutti i pazienti.
Il costo di eventuali altri transfer è pari al solo scongelamento dell’embrione:
1.500,00 euro.

Seguici su Facebook

Giuseppevalentiginecologo

Facciamounbimbo 

Crpolivorno

Crpolife

Seguici su Youtube

Richiedi informazioni

Richiedi una diagnosi preliminare, compila il form e ti offrirò una consulenza gratuita.